Nasce a Faenza il 1 dicembre 1729, segue gli studi sotto la guida di Padre Giovanni Battista Martini e prima di compiere 19 anni viene nominato organista della locale cattedrale.
Nel 1750 si dimette per dedicarsi completamente allo studio della musica drammatica
Nel 1752 viene nominato direttore del teatro di Faenza.
Nonostante per molto tempo si sia creduto che il suo primo lavoro fosse Pompeo in Armenia, (non si hanno prove certe, di questo)  il suo debutto è con è Il Re Pastore, che va in scena a Pesaro nel 1752.
Grazie ai suoi successivi lavori Demofonte e Olimpiade  ottiene fama e ricchezza, e nel 1753 il re Federico V° di Danimarca lo invita a Copenaghen con la nomina di Hofkapellmeister e direttore del teatro dell'opera, dove ha la possibilità di mettere in scena il suo Ciro riconosciuto.
Nel 1765 rientra in Italia, e nel 1769 si trasferisce a Londra dove insegna musica.
Dal 1779 al 1784 è a Milano come  maestro di cappella della cattedrale.
In questo  periodo compone 20 opere oltre alla musica sacra della cattedrale, ed inoltre si dedica all’  insegnamento, fra i suoi allievi lo stesso Cherubini.
Nel 1784 si reca a San Pietroburgo su invito dell’imperatrice Caterina II° di Russia, durante il viaggio fa tappa a Vienna dove viene ricevuto con gran sfarzo ed onore dall’imperatore Giuseppe II° ed ha modo di conoscere Mozart .
La sua permanenza russa dura fino al 1802 quando a causa della sua salute chiede ed ottiene il congedo ed una generosa pensione dall’imperatore Alessandro I°, in precedenza l’imperatrice gli aveva accordato il titolo nobiliare.
Muore a Berlino il 28 luglio del 1802 durante il viaggio verso l’Italia



Sarti Giuseppe

Giulio Sabino

Sarti 0000 / PU 126 Ravenna 1999 Prina... 

TOP