Domenico nasce a Lucca nel 1772 è, tra i primi compositori della dinastia pucciniana, conosciuto dal pubblico moderno grazie alla ripresa di alcune sue opere teatrali, in particolare dell'opera buffa Il Ciarlatano.

Grazie ad una sovvenzione pubblica , dal 1793 al 1796  studia a Bologna seguendo gli insegnamenti di padre Stanislao Mattei  col quale approfondisce le regole del contrappunto e della composizione sacra, in seguito si trasferisce a Napoli dove studia con Paisiello.

Nominato nel 1805 maestro delle nuove cappelle musicali il suo lavoro risulta discontinuo e debolmente retribuito, Né lo solleva il buon esito dell'opera seria Il Quinto Fabio dato ai Floridi di Livorno, 1810. L'unica occupazione che lo sorregga costantemente, benché poco remunerativa, è quella di organista in seconda nella cattedrale di S. Martino,

La  sua produzione comprende   il tradizionale settore sacro tra il quale un un corpus rimasto manoscritto e conservato nella biblioteca dell'Istituto Musicale «Luigi Boccherini» di Lucca che i nuovi settori cameristici con diverse cantate .

Muore nella sua città nel 1815

 

Le opere teatrali pervenute sono poche , e comunque non presenti nei cartelloni dei teatri lirici.



Puccini Domenico

Il Ciarlatano

Puccini D. 0000 Napoli 1973 Rossi... 

Il Ciarlatano

Puccini D.0001 Saarbrucken 1986 val 05/... 

TOP