nasce a Vogelsdorf, 5 settembre 1791, dalla giovane età segue gli studi privatamente di composizione con il famoso Carl Zelter (maestro anche di Felix Mendelssohn) e con il più grande didatta tedesco dell'epoca, Georg Joseph Vogler e pianoforte con Muzio Clementi.

Nel 1800 grazie alle sue doti esordisce come concertista al pianoforte, ed alla stessa epoca risalgono le primissime composizioni.

Il suo primo lavoro è l'oratorio Gott und die Natur (Dio e la Natura, 1811).a cui fanno seguito  Jephtas Gelübde (Il voto di Iefte), Monaco 1812 e il Singspiel ispirato alle Mille e una notte, Wirth und Gast, oder Aus Scherz Ernst, Stoccarda 1813), che però non riscuotono successo, quest’ultimo lavoro viene ripresa più volte cambiando addirittura il titolo ma non riscuote mai il desiderato successo.

 

Dopo alcuni tentativi, nel 1815-16, di opéras-comique da rappresentatii a Parigi, si trasferisce per un breve periodo a fu a Londra; dopodiché, seguendo il consiglio di Antonio Salieri, si reca in Italia.

A Venezia assiste per la prima volta ad  un'opera di Gioachino Rossini, il  Tancredi,rimasto impressionato positivamente dall’esperienza compone sei opere in stile italiano , nel 1817 compone contrariarmente alle sue abitudini Romilda e Costanza che orriene un discreto successo anche grazie alla  partecipazione alla prima che avviene a Padova di Rosmunda Pisaroni,nel ruolo di Romilda, in seguito il lavoro viene rappresentato anche a Venezia, Milano, Firenze, Monaco e Copenaghen.

Nel 1819 è la volta di Semiramide riconosciuta che va in scena  a Torino e scritta 4 anni prima della più famosa Semiramide rossiniana, sempre nel 1819 va in scena a Venezia Emma di Resburgo ottenemdo un vero trionfo e ripresa poi in vari teatri Europei.

Nel 1820 approda alla Scala di Milano con Margherita d'Anjou, sempre per Milano nel 1822 compone L'esule di Granata, Il crociato in Egitto resta comunque il lavoro più rappresentato e di successo dell’epoca italiana.

Alla fine dell’esperienza Italian si trasferisce a Parigi dove trascorre sei anni senza comporre riprendendo la composizione con i grand’opera come di moda in francia all’epoca solo nel 1831 con * Robert le diable a cui fanno seguito Les Huguenots del 1836, Le Prophète del 1849,ed infine L'Africaine nel 1865 che vide le scene dopo la morte del maestro in quanto lo stesso viene colto da malore che lo porta alla morte che avviene il 2 maggio 1864.

 

 

 

 

.

 

 

 



Meyerbeer Giacomo

Le Prophete

Meyerbeer 0000 New York 29/01/1977... 

Les Huguenots

Meyerbeer 0001 Damrau Olsen... 

Les Huguenots

Meyerbeer 0002 Montpellier 27/11/1990 

Gli Ugonotti

Meyerbeer 0003 Milano 28/05/1962 

Le Prophete

Meyerbeer 0004 Vienna 21/05/1998 

L'Africaine

Meyerbeer 0005 San Francisco... 

L'Africana

Meyerbeer 0006 Firenze 05/05/1971 

L'Etoile du Nord

Meyerbeer 0007 Wexford 

Il Crociato in Egitto

Meyerbeer 0008 Studio 1995 Platt Ford... 

Margherita d'Anjou

Meyerbeer 0009 Lipsia 27/05/2005 

Robert le Diable

Meyerbeer 0010 Berlino 11/03/2000 Zhang... 

L'Africana

Meyerbeer 0011 Napoli 1963 val 06/71 72... 

Vasco de Gama

Meyerbeer 0012 Chemnitz 2013 val 09/... 

L'Africaine

Meyerbeer 0013 Venezia 2013 val 08/... 

Il Crociato in Egitto

Meyerbeer 0014 / P U 0016 Studio... 

Les Huguenots

Meyerbeer 0015 / P U 0098 Liegi 2005... 

Les Huguenots

Meyerbeer 0015 Norimberga 2014 val 09/... 

Dinorah ou Le Pardon de Ploërmel

Meyerbeer 0016 Berlino 2014 val 09/ 47... 

L'Africaine

Meyerbeer 0017 / P U 0110 Marseille... 

Robert Le Diable

Meyerbeer 0018 / P U 0112 Parig 1985... 

Alimelek

Meyerbeer 0019 Bad Urach 2010 Kobow... 

Pagina 1 di 2
TOP