Nasce a Bari il 27 gennaio 1888 sin da piccolo dimosta una certa . attitudine alla musica e si dedica allo studio della chitarra e del pianoforte, successivamente studia violino armonia e composizione.
Nel 1911, in occasione del cinquantenario del Regno d'Italia, presenta alcuni lavori al teatro Petruzzelli di Bari, tra cui una Suite, che dirige personalmente, nello stesso anno vince il concorso per compositori, indetto dal Corriere delle Puglie, con la canzone Amor'a mme, per voce ed orchestra.
Nel 1912,si trasferisce a Milano per intraprendere l'attività direttoriale dove ha modo di frequentare la scala e conoscere il maestro Toscanini col quale avvia un intensa collaborazione.
Nel 1924 termina le musiche di Frida, che va in scena rappresentata al Petruzzelli di Bari ottendo un buon esito di pubblico e critica.
in seguito Passiflora, opera in un atto, su libretto di O. Nigro, e Ondina, in tre atti, tratto dallo Ius primae noctis dello stesso Nigro.
Nel 1933 compone Maremma, che viene presentata ad un concorso alla Scala ma non viene tenutoin considerazione dalla giuria, si deve infatti attendere il 1966 quando la Rai trasmette per la prima volta l'opera ed il 1968 la prima messa in scena che avviene a Bari.
Negli anni successivi, sia la sua produzione che la sua attività direttoriale diminuisce sempre di più e gradualmente abbandona il mondo musicale.
Nel corso della seconda guerra mondiale l'archivio della casa editrice Sanzogno proprietaria dei lavori del maestro viene distrutto pertanto la maggior parte dei suoi lavori sono andati smarriti.
Muore a Milano il 27 ottobre 1965



Di Cagno Pasquale

Maremma

Di Cagno 0000 Roma 1966 Vercelli... 

TOP