Nasce a Napoli il 25 giugno 1709, segue i suoi primi studi sotto la guida del padre Angelo e successivamente pare da Vinci o Leo.
Le sue prime composizioni le scive a 20 anni e  vengono rappresentate nei teatri di Napoli, Firenze, Roma, Milano e Venezia.
Nel 1735 è invitato a San Pietroburgo come maestro di cappella delle imperatrici Anna ed Elisabetta.
La sua La forza dell'amore e dell'odio è la prima opera italiana rappresentata in Russia.
Pur essendo di origini italiane nel 1755 compone Cefalo e Procri su libretto russo che viene rappresentata a San Pietroburgo ewd è la prima opera lirica che va in scena con un cast completamente Russo, il lavoro ottiene un vero e proprio trionfo ed Araja viene lautamente ricompensato dall’imperatrice Elisabetta.
Nel 1759 rientra in Italia, torna in Russia nel 1762 ma a seguito dell’ assassinio dello zar Pietro III°, ritorna in Italia dove a Bologna tra il 1662 ed il 1770 muore.



Araja Francesco Domenico

Cephalus e Procri

Araja 0000 Mosca 2017 Sveshnikova... 

TOP